carrello Path Created with Sketch.
Mini Cart 0

Your cart is empty.

vedi carrello vedi checkout

PORTFOLIO IMPLANTARE

BTK è impegnata ad offrire soluzioni implantari complete per far fronte ad ogni esigenza nelle diverse situazioni cliniche, con proposte che tengono conto delle diverse preferenze e anche delle differenti disponibilità economiche.
Il sistema implantare BTK offre design, dimensioni, diametri, connessioni e superfici differenti, ma al contempo BTK si adopera affinché essi siano gestibili con un numero limitato di strumenti di precisione, semplificando così le procedure e riducendo i costi d’investimento.

Scopri quale linea implantare è più adatta al tuo caso clinico con il Configuratore BTK.
Le procedure presentate sono da intendersi a titolo indicativo; è responsabilità del clinico valutare eventuali variazioni sulla base del singolo caso e della densità ossea.
Configuratore BTK

IMPIANTI DENTALI

Il riferimento per i professionisti
dell'implantologia

CARATTERIZZAZIONE DELLE CONNESSIONI IMPIANTO-ABUTMENT

1 ESAGONO ESTERNO (EXT)

La connessione BTK ad esagono esterno prevede un esagono parallelo di 0,7 mm di altezza ed una spalla a 90° che consente un accoppiamento flat-to-flat con l’impianto. Gli abutment sono connessi all’impianto mediante una vite di ritenzione M1.8 (EN) o M2.0 (ER/EW).
La vite dell’abutment riveste un ruolo fondamentale per la resistenza meccanica e a fatica della connessione impianto-abutment. I requisiti che tale vite deve soddisfare sono molti: non deve allentarsi, deve resistere alle sollecitazioni meccaniche, proteggere dal sovraccarico e garantire facilità di estrazione e gestione.
Visto che la vite di ritenzione è esposta a notevoli carichi dinamici, è essenziale che il torque di serraggio sia preciso.

2 ESAGONO INTERNO (INT)

La connessione BTK ad esagono interno prevede un esagono parallelo di 2 mm di lunghezza, con una porzione conica ed una vite di ritenzione M1.8 per ottenere un precarico idoneo con un minimo serraggio.
L’esagono interno ha due funzioni: trasferisce la coppia durante il posizionamento implantare e funge da sistema di indicizzazione per il trasferimento della posizione 3D esatta dell’impianto al modello master.
I sistemi interni di indicizzazione presentano dei vantaggi rispetto ai sistemi esterni perché realizzano superfici di ingaggio più lunghe e riducono l’altezza della piattaforma dell’impianto. Questo permette una maggiore flessibilità nel disegnare il profilo di emergenza del restauro finale.

3 MORSE-TAPER (MTH)

La connessione BTK con esagono morse-taper prevede una porzione conica di 2,6 mm ad 11° sopra una configurazione esagonale ed una vite di ritenzione M1.6 (KR) o M1.8 (KW) per ottenere un precarico idoneo con un minimo serraggio.
Gli impianti con un’interfaccia conica sono in grado di sopportare forze assiali e trasversali maggiori rispetto agli impianti con un’interfaccia piatta.
Il cono guida l’abutment in una posizione predicibile, con un fit preciso rispetto alla porzione interna dell’impianto. La precisione della connessione conica, con il suo sigillo, può risultare favorevole nell’impedire che i batteri infiammatori penetrino nell’interfaccia tra l’impianto e l’abutment. Inoltre, essa contribuisce ad evitare i micromovimenti.

CARATTERIZZAZIONE DELLE CONNESSIONI IMPIANTO-ABUTMENT
CONTATTA UNO SPECIALISTA

SVILUPPA UN PROGETTO

Ricevi subito una consulenza su prodotti, servizi o per sviluppare un progetto custom in base alla tue esigenze.

Richiedi Info

SONO UN PROFESSIONISTA IN ODONTOIATRIA

In ottemperanza con quanto previsto dalla normativa vigente, dichiaro sotto la mia responsabilità di essere un professionista del settore odontoiatrico e di essere pertanto autorizzato a prendere visione del contenuto presente in questo sito internet.

I AM A PROFESSIONAL IN DENTISTRY

In compliance with the current regulations, I declare under my own responsibility to be a professional in dentistry and to be therefore entitled to access the content of this website.

Mini Cart 0

Your cart is empty.